Marcor Online - Home Page

Ripristino Configurazione Di Sistema Su Windows 7

Non esiste cosa peggiore del vedere il proprio computer smettere improvvisamente di funzionare correttamente, magari per colpa di qualche programma che abbiamo installato o disinstallato. Proprio per questo, su Windows 7, è stata notevolmente migliorata una funzione da tempo presente sui sistemi operativi di casa Microsoft, ovvero il Ripristino Configurazione di Sistema. Vediamo come configurarlo e usarlo al meglio.

 

Ti secchi a leggere l'articolo? Ascoltalo!

 

 

Innanzitutto spieghiamo meglio come funziona il tutto. Il Ripristino Configurazione di Sistema è una funzione che salva una copia di file e impostazioni del nostro computer in un determinato momento, chiamato Punto di Ripristino, e ci permette di ripristinarli totalmente in caso di necessità. Si possono creare più Punti di Ripristino, ma ovviamente aumenta lo spazio occupato sul disco.

 

 

In particolare Windows crea automaticamente un Punto di Ripristino ogni volta che installiamo o disinstalliamo un programma, così da poter tornare allo stato precedente in pochi click se insorge qualche problema. Questo a patto che Ripristino Configurazione di Sistema sia abilitato.

Inoltre è possibile creare manualmente un Punto di Ripristino in un determinato momento, per i più svariati motivi.

Vediamo come fare tutto ciò e come configurare al meglio:

  • Apri il menù Start e digita Sistema, e quindi apri la voce corrispondente. In alternativa puoi cliccare col tasto destro su Computer e cliccare Proprietà.

  • Nella schermata che appare clicca su Impostazioni di Sistema Avanzate (a sinistra).

  • Clicca su Protezione Sistema in alto ed eccoci nella scheda dedicata al Ripristino Configurazione di Sistema:

 

  • Nel riquadro centrale sono elencate le Unità disponibili sul nostro PC e per ognuna è specificato se è Attivata o Disattivata la Protezione offerta da Ripristino Configurazione di Sistema. Di solito è Attivata di default solo per l'unità di Sistema (C:).

  • Clicca sull'unità di tuo interesse e poi su Configura.

  • Da questa finestra è possibile specificare "cosa" deve essere salvato nei punti di ripristino e "quanto spazio" dedicarvi:
    • Nella parte alta consiglio di attivare Ripristina impostazioni del sistema e versioni precedenti dei file.
    • Nella parte bassa ovviamente più spazio dedicheremo e più punti di ripristino ci entreranno. In genere se l'hard disk è abbastanza capiente una percentuale del 15% può andare benissimo. Se avete tantissimo spazio libero potete spingervi anche oltre, eventualmente potrete diminuirlo in un secondo momento.

 

  • Clicca su OK e tornerai alla schermata precedente. Da qui puoi ripetere l'operazione per le altre unità:
    • IMPORTANTE*: per le unità che non sono di sistema (tutte tranne C:) selezionate Ripristina solo versioni precedenti dei file nella parte alta.

*Il motivo sarà chiaro con l'approfondimento nell'articolo di domani.



Tornando alla schermata precedente (Protezione sistema) è possibile fare altre due operazioni importantissime, prima però seleziona l'Unità su cui vuoi operare dal riquadro:

  • Clicca su Ripristino configurazione di sistema... per selezionare un Punto di ripristino precedente e tornarvi, ricorda che il processo non è reversibile, quindi fai bene la tua scelta, e solo se necessario.
  • Clicca su Crea... per creare manualmente un Punto di ripristino di quell'esatto momento.


Oggi abbiamo spiegato in generale questa utile funzione di Windows, come configurarla e utilizzarla. Domani vedremo in dettaglio una sua parte molto importante, presente su tutte le edizioni di Windows 7, ovvero il Ripristino Versioni Precedenti dei File. A domani!

Seguimi su Facebook


Siti Amici

Mind Jam

News di attualità, cultura, sport e tecnologia

www.mindjam.tk



InginfUniCT

Appunti per Ingegneria Informatica

www.inginfunict.it



Casinò Italiani Online

casino
casino online
casinò